Shopping Cart
Nessun prodotto nel carrello.

Dove acquisti i tuoi cosmetici? Mini guida rapida all’acquisto!

Se è così economico non credo sia buono”

Costa tantissimo, ci sarà un valido motivo”

Se devo spendere 25€ per un latte detergente meglio prenderlo al supermercato”

Mi fido solo della mia dermatologa”

Quante volte ti sei ritrovat* a parlare con le tue amicizie di quest’argomento? 

E quante volte hai sentito queste frasi?

Io, in primis, le ho sentite e dette a mia volta. 

Non sono nata con il bugiardino in mano, non ho mai studiato cosmetologia prima di diventare estetista e anche io, da adolescente, cercavo di barcamenarmi tra i mille dubbi e gli acquisti compulsivi. Per fortuna non esistevano ancora tanti siti e-commerce per il beauty come oggi…sarebbero stati la mia rovina. 

Parto dicendoti una cosa che ho capito essere una grande verità, almeno per quel che riguarda il mio lavoro: 

Non esistono cattivi prodotti ma solo sbagliate consulenze. 

Facciamo una breve lista dei luoghi dove possiamo acquistare skincare. In generale. 

  • Nella corsia del supermercato 
  • In profumeria (di nicchia o meno, non importa) 
  • In Farmacia/ Erboristeria
  • Nel centro benessere di fiducia
  • On-line

A grandi linee, direi di aver inserito in questa lista una vasta categoria di persone, prodotti, acquirenti e venditori

Possiamo veramente trovare qualsiasi prodotto a qualsiasi prezzo in questi posti. 

Ma dove sta realmente la differenza? 

La corsia del supermercato.

Qui hai la possibilità di scegliere da sola, farti una chiacchierata con te stessa, leggere l’etichetta stampata sul prodotto che lo definisce, leggere quello che il fornitore vuole farti sapere (es: crema al collagene) e infine, ma non per importanza, fare una carrellata dei prezzi e dei brand in corsia. 

Ti ci ritrovi? 

L’acquisto è una scelta dettata dal tuo studio personale, in quel momento.

Non troverai mai un addetto di reparto che ti racconta una crema piuttosto che un altra o che ti dà consigli specifici. 

Cosa hanno però in comune questi prodotti? Sono destinati a quella che viene definita la “Grande Distribuzione”. Perché si propongono a tutti! Non importa il sesso, l’età, le patologie, il tipo di pelle, li stato di salute, le allergie ecc… devono essere adatti a tutti! 

E qui il primo punto: i cosmetici della grande distribuzione NON SONO SPECIFICI.

Crema base + principio attivo in bassa percentuale senza troppe controindicazioni + profumazione che piace un po’ a tutti + prezzo alla portata di tutti. 

Profumeria. La classica. 

In profumeria troverai invece una persona che ti accoglie.

Generalmente fa qualche domanda per capire su cosa sei indirizzata, fa una carrellata mentale sulle linee disponibili in negozio, cerca di capire il budget di spesa e fa una proposta. A meno che non sia una guru della pelle, la commessa fa una consulenza su quello che vede e su quello che chiedete. Non è specifica ma è comunque una consulenza. Chiede e ascolta le tue necessità.

Ma che dire dei prodotti che troviamo in profumeria? Questi cosmetici, generalmente, vengono catalogati in base al brand. Senza menzionarli tutti, sappiamo benissimo quali sono. Il più delle volte non hanno prezzi bassi… ma è perché sono più buoni? Può darsi di si come può darsi di no. Il giudizio sta sempre al consumatore finale. Ma io ti posso dire i motivi reali che stanno dietro a un prezzo, a volte, eccessivo.

  1. Il nome. Un brand che si pone sul mercato come “di lusso” non può essere incoerente. Più il prezzo è alto più ci sarà selezione di acquirenti.
  2. Il packaging. Sempre perché si pongono come brand con un target medio-alto, il pack deve rispecchiare questa filosofa. Ma come dargli torto, a chi non piace una bella confezione da mettere nel proprio bagno! Anche l’occhio vuole la sua parte.
  3. Il vortice pubblicitario che gira intorno a quel prodotto. La pubblicità, la scenografia, i modelli.. sono cose che costano. Una parte di campagna pubblicitaria la paghi, quando acquisti quel cosmetico. 

Svelato il mistero.

Il prodotto può essere qualitativamente eccellente, ma lo è solo se va bene per te! Quello che acquisti non è solo quello che ti metti sul viso. 

E se ti dicessi che spesso la crema che acquisti in profumeria e che paghi (tanto) è la stessa che compri nel bancale del discount? Mi crederesti? Cambia qualche dettaglio ma il produttore è lo stesso. A meno che non siano aziende che auto-producono i propri prodotti (e in Italia si contano sulle dita di una mano) il resto attingono tutte dallo stesso calderone. 

La farmacia. 

Quello della farmacia è un settore sempre in crescita, anche quando si parla di skincare. Non so se hai notato che i prodotti da banco prendono quasi il 70% dello spazio dedicato al cliente. 

Sono sempre di più le farmacie che creano dei corner dedicati alla cura della pelle, ricercata e di qualità.

Ma partiamo per gradi: in farmacia, a comprare una crema, ci vai per 2 motivi: o credi che i prodotti siano di qualità superiore, o credi nella consulenza del farmacista. In effetti, non ti fa sentire al sicuro una figura che ti accoglie in camice bianco, con una targhetta con la croce e il proprio nome sul petto e un aurea in testa che grida “Laurea in scienze farmaceutiche”? 

Ma tornando a noi… 

A meno che non sia all’avanguardia (per fortuna sono sempre di più), in farmacia trovi brand noti per essere solo ed esclusivamente “da farmacia“ (tipo la famosa crema per le donne in gravidanza o quell’altra crema famosissima per la cellulite che non va usata se hai la tiroide birichina).

La maggior parte delle persone che acquistano cosmetici in farmacia acquistando la credibilità del marchio (se è in farmacia allora è ottimo per la mia salute) o la speranza che possano essere più potenti di altri. Ti svelo un segreto…  il famoso “cosmeceutico”, ovvero a metà tra cosmetico e farmaco, non esiste. Se ti trovi bene con un prodotto da banco della farmacia, significa che è giusto per te. Che tu ci abbia azzeccato o che la farmacista sia stata meravigliosamente preparata, non cambia. Quello che importa è il risultato.

Il centro estetico.

Qua mi sento di poter parlare liberamente. Sono un’estetista e titolare di un centro estetico quindi so bene come funziona in questo caso. 

Cosa ha un’estetista di diverso da una farmacista, una commessa o una addetta di reparto del supermercato? 

La possibilità di analizzare la tua pelle, di toccarla e guardarla da vicino. Di farti domande mirate, di seguire la tua storia, di capire e interpretare i segni. 

Alt! Non sto elevando la categoria perché mi appartiene.

Purtroppo, ahimè, ci sono tante estetiste che non hanno la minima idea di come sia fatta la pelle, che hanno deciso che studiare serviva solo quando erano a scuola e che il massimo dei corsi di aggiornamento ammonta a due all’anno per le aziende che hanno in istituto. 

Io parlo della Beauty Expert, una figura professionale che purtroppo in Italia non è così considerata ma che si differenzia dall’estetista elencata prima. 

Se un’estetista è preparata, sa quali sono i meccanismi sotto cutanei e cosa succede sotto allo strato superficiale della pelle, allora sarà capace, in base alle tue esigenze, di consigliare il meglio per te. 

E’ una vera e propria consulenza

In questo caso, ti proporrà quello che ha lei disponibile in centro estetico. Per questo sarebbe sempre cosa buona avere diversi brand con diverse fasce di prezzo e che di propongono a diversi target di clientela, in modo da poter accontentare tutti. 

Se la tua consulente è preparata e onesta non ti venderà prodotti non adatti al tuo tipo di pelle, solo perché deve svuotare il magazzino. 

La figura della Beauty Expert puoi trovarla anche nei luoghi menzionati prima. Sono persone esperte di pelle e skincare che girano profumerie e farmacie, centri benessere, erboristeria per dare una consulenza personale e personalizzata in base alla cliente che si trovano davanti. Prestano il loro servizio e il loro sapere, su appuntamento, in giornate specifiche.

E infine i siti on-line.

Qua puoi veramente trovare di tutto.

Dalle beauty expert alle cartomanti della skincare. Dalle appassionate alle Giovanna D’arco della cosmesi naturale. Dalla skincare made in Italy a quella che proviene da tutto il mondo. Su internet c’è una varietà pazzesca di cosmetici di ogni tipo e origine, in grado davvero di soddisfare ogni esigenza. Anche quella del portafoglio. 

Che consigli dare a te, se ti piace acquistare on-line, che sei alla fine di questo articolo e che stai pensando di mettere qualcosa nel carrello? 

On line funziona così:

Un’amica ti ha consigliato un prodotto. Lo aggiungi. 

E’ diventato virale sui social. Lo aggiungi. 

Ne hai sentito parlare bene da tante persone che lo hanno provato. Lo aggiungi.

Ti ispira il pack, il costo, la provenienza. Lo aggiungi. 

Quello che posso consigliarti io è questo.

Chiedi una consulenza personale, se esiste questa opzione è bene usufruirne (io lo faccio)

Leggi le recensioni. Non sono utili per capire se quel prodotto è giusto per te ma ti può dare qualche indizio su texture, profumo ecc.. 

Non ti fare condizionare dal prezzo. Spesso on line troviamo prodotti che costano meno perché c’è una legge di mercato completamente diversa o perché non usano budget alti per packaging o pubblicità.

Allo stesso tempo non far si che la pelle della tua amica, cugina, influencer diventi la tua. Se va bene a loro, non è detto che vada bene a te. 

E così, siamo giunti alla fine di questo articolo. 

Ti ho convinto che non esistono cattivi prodotti ma solo sbagliate consulenze? 

Ciao! Abbiamo notato che hai inserito prodotti nel carrello senza concludere il tuo ordine!

Inserisci i tuoi dati qui di seguito per salvare il tuo carrello e concludere l'ordine successivamente!