Shopping Cart
Nessun prodotto nel carrello.

I SEGRETI DELLA K-BEAUTY E DEI SUOI 10 STEP

Se ti sei chiesta cosa sia questa famosa e tanto discussa k-beauty (o beauty routine coreana), ecco finalmente una risposta alle tue domande. 

Partiamo dalle basi. 

Nasce in tempi antichi, è un rituale di bellezza e di vita, si basa su 10 step!

Non ti spaventare, è molto più semplice di quanto ti immagini. Ma lasciami spiegare meglio. 

La cosmesi coreana nasce e prende vita in tempi antichissimi ed è sempre stata considerata con profondo rispetto.

I coreani pensano che l’aspetto esteriore rappresenti, in gran parte, quello interiore.

Avremmo mooolto di cui parlare se aprissimo questo argomento, ma serve per farci capire come donne e uomini hanno sempre tenuto molto al loro aspetto. La bellezza, in particolare della propria pelle, è molto importante.

Prendersi cura di sé non è un vezzo, ma uno stile di vita che prende in attenta considerazione tutto quello che migliora o danneggia il nostro involucro esterno.

La filosofia della k-beauty non si basa solo sui cosmetici ma anche sulle buone abitudini alimentari, sull’igiene personale e sul trattarsi bene anche dall’interno. 

La beauty routine viene insegnata alle bambine dalle proprie mamme sin da piccole e questo ci fa capire come per loro sia importante avere questa buona abitudine consolidata nel tempo. 

“Insomma, un concetto un po’ estremista” potrebbe essere il primo pensiero che ti viene in mente leggendo questa introduzione. Sappi però che i coreani vantano tra le pelli più belle al mondo, non dimostrano mai l’età anagrafica e il loro modo di fare skincare ti rapirà il cuore.

I loro cosmetici sono all’avanguardia e il mondo della cosmesi occidentale cerca di aggiornare il mercato prendendo spunto dai loro prodotti.

Sono inventori di maschere liquide, cushion, patch in idrogel e maschere in tessuto. La concentrazione dei principi attivi è estremamente elevata e il rapporto qualità prezzo è il top!

Ti ho incuriosita? Sei pronta a conoscere i famosi 10 step che ti faranno diventare una vera skin addicted?

I dieci step e il layering.

Prima cosa da dire: i 10 step non si fanno tutti, mattino e sera, ogni giorno!

I prodotti vengono inseriti nella beauty routine con uno scopo ben preciso. Non è detto che tu ne abbia sempre bisogno. Ti ritroverai a usare alcuni prodotti solo il determinate stagioni. 

Bisogna essere preparati, prima di iniziare questo percorso di felicità, perché il layering ha tanti pro e un contro.

Il contro è che alcuni principi attivi non possono essere usati nella stessa sessione di skincare perché potrebbero causare irritazione.

Non ti preoccupare, nel corso della lettura avrai tutte le informazioni che ti servono per non sbagliare. 

Ma tornando a noi, ecco una carrellata dei dieci step con una brevissima spiegazione. 

1- Olio Detergente

L’olio detergente è un cosmetico che da noi è arrivato abbastanza di recente. In Corea invece è largamente utilizzato da tantissimo tempo ed è il primo step della doppia pulizia. 

Stiamo parlando di un prodotto a base di oli che puliscono la pelle per affinità.

Mi spiego meglio: quello che cerchiamo di eliminare con la pulizia della pelle è sebo (in eccesso, a noi il sebo serve), trucco, smog, polveri e impurità.

Quando il detergente entra a contatto con sostanze simili a lui, in questo caso sebo e trucco con base oleosa, le cattura e le intrappola per poi eliminarle, attraverso il risciacquo con acqua.

Quindi per chi è adatto il detergente oleoso?

In realtà per tutti i tipi di pelle, e ne trarranno tanto beneficio le pelli grasse. 

Per le pelli secche è comunque consigliato utilizzarlo come primo step perché è in grado di pulire e detergere senza seccare

Ne esistono di diverse forme e dimensioni, per ogni utilizzo, esigenza o necessità!

I miei preferiti: Coconut Cleansig Oil di Aromatica. Gentle Black Deep Cleansing Oil di Klair’s.

2- Detergente schiumogeno (o a base d’acqua).

Passiamo al secondo step! Doppia detersione, doppio detergente! 

Il detergente schiumogeno ci assicura una pulizia profonda e accurata della pelle. Infatti i detergenti schiumogeni riescono a eliminare sudore, polveri e smog.

La combinazione dei due step di detersione ti svelerà un grande segreto…

E’ la pulizia più bella ed efficiente che possa esistere.

Di detergenti all’acqua ce ne sono di vario tipo e consistenza, dalle mousse leggere come panna ai gel detergenti, fino ad arrivare alle saponette.

Questo detergente lo sceglierai in base al tuo tipo di pelle! 

I miei preferiti: Whipping Foam di G9Skin, Tea Tree Balancing di Aromatica, Reviving rose infusion Cream cleanser di Aromatica  

3- Esfoliante

L’esfoliazione non è una pratica che abbiamo particolarmente a cuore. Non è radicata nella nostra cultura come in altre (pensa all’hammam marocchino). E nel corso della mia vita lavorativa mi sono sempre più resa conto che è così: convincere qualcuno a farsi uno scrub corpo o viso come buona norma settimanale è un’impresa epica. 

Eppure è risaputo che esfoliare la pelle fa bene.. o no?

Scioglie i residui di sporco, polveri e pelle secca nei pori ostruiti, elimina cellule morte e illumina l’incarnato, migliorando la grana della pelle. Inoltre aiuta la cute ad assorbire meglio i prodotti che verranno applicati successivamente. 

Scegliete a seconda del vostro tipo di pelle se usare uno scrub meccanico o un’esfoliante a base di acidi.

Fatelo 1 o 2 volte a settimana, concentrandovi sulle zone più secche o con imperfezioni (generalmente si lavora sulla zona T, fronte, naso e mento).

Non dimenticatevi, in caso di scrub meccanico, di passarlo sulle labbra per idratarle ed eliminare la fastidiose pellicine. Se invece scegliete un esfoliante a base di acidi allora evitate la zona contorno occhi e labbra. 

Attenzione: Se decidete di utilizzare degli esfolianti con acidi assicuratevi di usarli solo la sera e di non applicare durante la stessa sessione di skincare altri cosmetici con: acido glicolico, acido salicilico, retinolo, vitamina C. Potrebbero causare irritazione. 

I miei preferiti: One step Peel Pad di Corsx, Bha di Cosrx, Aha di Cosrx.

4- Tonico

Ci sono diverse scuole di pensiero sulla reale utilità del tonico.

Io, per esempio, non posso farne a meno. Credo nella utilità del tonico e nell’importanza di usarlo all’interno della propria skincare routine.

Dopo la detersione, aiuta a rimuovere i residui che sono rimasti sulla nostra pelle, reidratare e riequilibrare.

Esistono tonici idratanti, sebo-control, illuminanti e disarrossanti. Puoi scegliere quello che più si addice alla tua pelle. 

Il tonico si può applicare in 3 diversi modi:

  • Il primo è quello che conosciamo tutti, ovvero imbibire due dischetti di cotone e passarli sul viso (senza sfregare).

  • Il secondo è quello di mettere qualche goccia di tonico sulle mani e tamponarlo direttamente.

  • Il terzo è un modo per applicare il tonico come una maschera, ed è una soluzione ottima per chi vuole trovare immediato sollievo. Prendi dei pad di cotone, o delle veline (non pensare nemmeno un secondo a utilizzare la carta igienica come alternativa) e bagnale bene di tonico. Applicale su guance, fronte e meno e lasciale in posa per qualche minuto. 

Curiosità: in Corea esiste un modo un po’ bizzarro di usare il tonico che si chiama 7 Skin Method e consiste nell’applicare il tonico 7 volte consecutive, usando i polpastrelli per farlo assorbire. Lo usano come sessione idratante intensiva quando la pelle richiede un pronto intervento!

I miei preferiti: Beauty Water di Son & Park, Essential Toner di Comfortzone, Active Pureness di Comfortzone, Remedy Toner di Comfortzone.

5- Essenza 

Il cuore della estetica coreana.

L’essenza è sicuramente uno dei cosmetici meno conosciuti in Occidente e, anche se cominciamo a vederne qualcuna in giro, non è ancora ben chiaro quale sia la sua utilità. 

L’essenza è un cosmetico che ha una caratteristica fondamentale: una concentrazione di principio attivo fuori dal comune, come nessun cosmetico ha. E ne esistono di diversi tipi, per ogni esigenza.

Con l’essenza entriamo nel mood della personalizzazione della skincare routine e cominciamo nello specifico a trattare il nostro inestetismo, che siano rughe, acne, macchie o pelle secca.

Per questo, per i coreani, è considerato uno degli step più importanti. 

Usala mattino e sera. Metti qualche goccia di essenza sulle mani e applicala sul viso. Il segreto sta nei colpetti. Dai piccoli colpetti con le dita per farla assorbire al meglio e prosegui con il successivo step. 

Con l’essenza vedrai i risultati duraturi in minor tempo. 

Le mie preferite: Snail Mucin 96 di Cosrx, Sublime skin Essence di Comfortzone.

6- Siero o Booster.

Il siero è un trattamento specifico con principi attivi importanti e la sua funzione principale è quella di trattare problematiche cutanee specifiche.

  • I sieri sono generalmente più densi e a base cremosa e agiscono su inestetismi che caratterizzano il nostro tipo di pelle, come la secchezza perenne o la pelle oleosa.

  • I booster hanno una base acquosa e lavorano più superficialmente. Per esempio, gli sceglieremo se abbiamo una pelle spenta o impurità.

E’ un trattamento considerato “lusso” perché la concentrazione di prodotto e la facilità con la quale penetra nella pelle, fa decisamente alzare il prezzo rispetto agli altri cosmetici, ma sono altamente performanti. 

Non è necessario utilizzare un siero se non ne abbiamo la necessità ma è fondamentale sceglierlo bene se vogliamo che faccia la differenza. 

Puoi decidere di utilizzare il siero in alcuni periodi dell’anno o quando la tua pelle ne sente l’esigenza.

I miei preferiti: Vitamina C Booster di Comfortzone, Hydramemory Serum di Comfortzone, Reviving Rose Infusion Serum di Aromatica.

7- Maschere in tessuto.

Le maschere in tessuto sono l’anima viva della k-beauty. 

Sono immerse in essenza ultra concentrata, hanno i buchi per naso, occhi e bocca e la loro praticità ti permette di fare questo trattamento tutte le volte che lo desideri.

Infatti rimangono attaccate al viso, non colano e nel tempo di posa puoi rilassarti con della buona musica o continuare a compiere faccende di casa. Se lavori da casa allora non hai scuse: le sheet mask diventeranno tue amiche speciali.

Ce ne sono tantissime e tutte diverse ma la cosa pazzesca è che vanno bene per tutti i tipi di pelle. 

Possiamo distinguerle per categorie.

Ne troverai di purificanti (come le bubble mask o le maschere per i pori dilatati e punti neri), Idratanti, e illuminanti

Sono altamente performanti e te ne innamorerai, ne sono sicura. 

Le maschere più conosciute sono in cotone e in idrogel.

Quelle in cotone hanno una consistenza morbida e permettono alla pelle di traspirare. Anche se comode e soffici non hanno un’aderenza perfetta alla pelle. Può essere una scusa per concedersi 20 minuti di relax? 

Le maschere in idrogel invece hanno una alta capacità di decongestionare la pelle e sono freschissime. Aderiscono perfettamente al viso!

La cosa bella delle maschere monouso sono le varietà di prezzo. Ne troverai alcune super economiche e altre meno, ma alla portata di tutti! La differenza di prezzo non varia in base alla qualità ma agli ingredienti ricercati che compongono l’essenza, nella quale la maschera è immersa.

Ecco qualche consiglio per utilizzarle al meglio:

Estrai la maschera e applicala sul viso. Falla aderire perfettamente. Apri la confezione e noterai una marea di essenza rimasta; prendila e spalmala sul collo, décolleté e braccia. Attendi 15/20 minuti e, passato il tempo, togli la maschera. Passaggio importantissimo: se si tratta di una bubble mask sciacqua il viso.

In caso contrario non lavarti assolutamente ma massaggia l’essenza rimasta fino ad assorbimento.

Una curiosità: l’effetto che promettono lo vedrai immediatamente!

Nel caso decidessi di fare una bubble mask o una maschera tradizionale a risciacquo, ti consiglio di farla dopo lo step n2. In questo caso non laverai dal viso tutti i prodotti messi in precedenza ma prenderà posto nella fase della detersione. 

Esistono anche maschere per il trattamento delle labbra, per chi soffre di pelle screpolata durante i mesi più freddi o tutto l’anno. Sono fantastiche per una tenuta extra di rossetto!

Le mie preferite: Sparkling bubble mask di Shangpree, Marine Jewel Illuminating mask di Shangpree, Joyful Snail mask di Mizon, Vita Ampoule Lip patch di G9Skin.

8- Contorno occhi.

Il contorno occhi è spesso poco calcolato quando si parla di skincare.

Eppure, ti svelo un segreto, è il primo punto che invecchia.

La pelle è decisamente più sottile rispetto al resto del viso e le rughe di espressione sono dietro l’angolo. Se ti sembra uno step superficiale e noioso posso dirti che, con la cosmesi coreana, è davvero divertente

Oltre alle classiche creme, esistono patch dai mille colori, con dei packaging davvero carini e soprattutto ultra performanti.

Puoi indossarli e, come per le sheet mask, fare altre cento cose diverse, anche fare una passeggiata (con gli occhiali da sole che li coprono, ovvio). Sono immersi in un’essenza ricca di principio attivo e rispondono a tutte le esigenze: per occhi stanchi e gonfi, per occhiaie, per rughe. Illuminano, danno idratazione a una zona del viso che si secca facilmente e riattivano lo sguardo stanco. 

Usa la crema mattino e sera. Non sfregare la zona quando la applichi ma usa i polpastrelli per tamponarla. E non metterla sulle palpebre, a meno che non sia una crema specifica.

Quando vuoi concederti un trattamento extra con i patch li puoi mettere 1/2 volte a settimana e lasciarli in posa per 15 minuti. Quando li elimini ricordati di picchiettare l’essenza rimasta fino a d assorbimento. 

Attenzione su una cosa molto importante: le creme per il contorno occhi sono formulate per una zona particolarmente sensibile. Per questo non è possibile usare la crema classica idratante come sostituto di questo step. Inoltre è importante applicarlo prima della crema diurna per far si che il prodotto venga assorbito al meglio. 

I miei preferiti: Lift Eye Cream di Skin Regimen, Ginseng Berry eye mask di Shangpree, Snail repair eye cream di Mizon, Gold soluzione eye cream di Shangpree.

9- Crema o sleeping mask.

Siamo arrivati al penultimo step, che vede come protagonista la crema

E’ il cosmetico più denso e con capacità di creare uno schermo protettivo sulla pelle, per questo motivo lo mettiamo alla fine.

E’ sicuramente uno dei cosmetici con più varietà di ingredienti, profumazioni e texture ma una cosa è certa…tutti abbiamo, o abbiamo avuto, una crema nel nostro bagno.

Anche se è probabilmente il più diffuso e conosciuto, è comunque un prodotto che va scelto con cura. 

La principale funzione di una crema è quella di idratare.

Ci sono però diversi modi per farlo: se hai una pelle grassa e oleosa avrai necessità di una texture sorbetto o crema gel, che idrati ma non appesantisca la pelle.

Se invece la secchezza è il tuo problema allora cerca creme ricche e nutrienti.

Che dire però delle creme notte? Io sono una fan dei trattamenti notturni (anche qua esistono diverse correnti di pensiero) ma per me è santa verità il fatto che di giorno la pelle si comporti diversamente rispetto alla notte. 

Le sleeping mask sono le protagoniste indiscusse per i trattamenti pre nanna. 

Molto nutrienti, spesso con principi attivi rigeneranti e antiossidanti, per dare tregua al lavoro barriera che la pelle svolge durante il giorno. I loro aromi spesso sono calmanti, e ci aiutano a dormire meglio

Cosa importante: cerca di variare le creme a seconda del periodo, o del clima. Usare sempre la stessa crema non è un problema, ma dare alla nostra pelle stimoli diversi è molto più divertente. 

Le mie preferite: Cream Gel di Comfortzone, All in One Snail Cream di Mizon, Renight Cream di Comfortzone.

10- Protezione solare e Cushion.

Ed eccoci arrivati alla fine di questo percorso. L’ultimo step, il più criticato, il meno capito ma il mio preferito: la crema solare. 

Ecco, io faccio fatica a usare il termine crema solare perché la prima cosa che ti viene in mente, ammettilo, è l’immagine di te seduta in spiaggia che si spalma una crema ricca, bianca, pesante come il piombo, sulla pelle. 

Perfetto! Se è così elimina dalla tua testa questa idea. 

Io dico sempre, a nessuno piace mettersi una crema unta in faccia tutte le mattine, nemmeno con -20 in inverno.

Le protezioni solari di cui stiamo parlando in questo articolo sono dei fluidi leggeri, creati appositamente per un utilizzo da città. No pelle unta!

Esistono creme adattate anche a chi ha la pelle oleosa tutto l’anno.

Ma perché dare così tanta importanza alla protezione solare?

Per due motivi:

  • Il primo può essere banale ma devo dirlo. Il sole, sopratutto in determinati periodi dell’anno, fa male.

  • Il secondo motivo è che non vogliamo, nel modo più assoluto, invecchiare!

Ora ti elenco brevemente le conseguenze dei raggi del sole sulla pelle: macchie (che poi quando ti vengono è tardi, perché esiste prevenzione e non cura), rughe precoci, pelle ispessita, pelle spenta (al contrario di quello che pensi, il sole illumina solo gli oggetti che tocca, non la pelle).

La prevenzione è la migliore cura e quello che vorremo fare è evitare di svegliarci un mattino, guardarci allo specchio e scoprire che abbiamo preso 10 anni durante la notte.

Mettere la protezione solare tutte le mattine, prima di uscire di casa, sarà la tua salvezza.

Per renderti la cosa meno pesante ti dico che esistono delle cremine ultra performanti capaci di illuminare il viso, dandoti una base extra e un tocco super glow. Provale e non potrai più farne a meno.

E per le vere skin addicted la cosmesi coreana mette a disposizione i cushion, dei cuscinetti imbibiti di protezione solare. Alcuni sono colorati, altri neutri, altri ancora hanno capacità sebo assorbenti.

Compatto, super cute e lo puoi tenere in borsetta per ritoccare il viso ogni volta lo desideri. 

I miei preferiti: Supple Blemish Illuminating Cream di Klairs, White in Creamy di G9Skin, I’m sport di Suntique.

Adesso che hai a disposizione tutti gli strumenti utili per cominciare, fai un giro nel sito e divertiti! Ricordati i miei consigli e parti all’avventura di questo bellissimo viaggio all’interno della K-beauty e dei suoi strambi ma fantastici step! t

Ciao! Abbiamo notato che hai inserito prodotti nel carrello senza concludere il tuo ordine!

Inserisci i tuoi dati qui di seguito per salvare il tuo carrello e concludere l'ordine successivamente!